Post

Visualizzazione dei post da Marzo, 2013

Questa sì che è una notizia /3

Immagine

Il cervello nella pancia

Poi succede che muori. Niente di male, eh, anzi, è la volta buona che dire “lo fanno tutti” ti scagiona veramente da ogni responsabilità. Però sarebbe carino farsi trovare subito da qualcuno. Non giocare a nascondino. Chè poi diventi verde-grigiastro, gonfio, la tua pelle si sfalda come la pellicola trasparente. E a qualcuno tocca guardarti. Di più: annusarti. Chè la vista sarà anche il senso forte, tra tutti, ma ormai, in questo mondo di tecnologia supersonica siamo abitutati a tutto. Fra un po’ ci misureremo anche la vista in megapixel. Abbiamo visto Il silenzio degli innocenti, abbiamo visto ER, CSI etrucchi ed effetti speciali di altissima qualità, che sembrano veri. Non c’è più molto che ci fa impressione, visivamente. Ma l’olfatto è un’altra storia, non sono ancora riusciti a riprodurlo, nessun tablet ha un’app a riguardo: gli odori sono ancora tutti autentici, e finchè non ne hai sentito uno non puoi immaginarlo. E quando marcisci, di odore ne fai uno che non si sente da nessu…

Una cosa buffa

È buffo. Ci sono dei film che non hai mai visto come vanno a finire. Sono dei classici, di quelli che almeno una volta all’anno in televisione li passano sempre, e c’erano già quando eri piccola e dovevi andare a letto alle nove. La prima serata una volta cominciava alle venti e trenta, poi era passata alle venti e quaranta e successivamente alle nove – erano all’incirca quegli anni lì. Ricordi ancora con rabbia quel coprifuoco delle nove: ti sorbivi con tenacia e forza d’animo tutto il telegiornale, speravi che il papà a un certo punto si annoiasse e gli venisse voglia di girare per esempio sui cartoni di Willy il coyote ma invece no, lui lo guardava proprio tutto, il telegiornale. Quando finalmente finiva ti sentivi innanzitutto immensamente grande e adulta: perché avevi visto il telegiornale, sapevi i nomi dei politici (non sapevi che avresti avuto tutto il tempo per imparare il nome di quei politici, ma è un’altra storia), e i tuoi compagni di sicuro stavano vedendo Striscia la n…